top head


avatar

Francesca Delli Colli
Nasce nella Cittá Eterna nel periodo in cui inizió a furoreggiare la Dolce Vita romana, Anita Ekberg si immergeva nelle acque della Fontana di Trevi e la figura del vitellone arricchiva l'impronta dei giovani dell'epoca. Sin da piccola ha beneficiato dell'atmosfera che si diffuse in via Margutta, strada famosa per antonomasia grazie ai pittori e scultori famosi del momento che ne fecero la loro culla. Ebbe la possibilitá di conoscere i grandi artisti dell'epoca, grazie al lavoro del proprio padre proprietario di un negozio di cornici antiche ed antiquariato nella medesima strada, al quale faceva capo la crema artistica di quel momento e lavorando, intorno agli anni '80, in una delle piú note gallerie d'Arte di via del Babuino, altra strada famosa del centro storico romano. Non ultimo fu Federico Fellini che la soprannominó amichevolmente "la bellona", considerato il suo aspetto piacevolmente procace, ricordando i vari "nomignoli" dati ai personaggi dei suoi film. Alla scrittura é approdata solo qualche anno fa, quando piú libera da impegni familiari si é prodigata alle sue attitudini fino ad allora "soffocate". Il riuscire a scrivere é stata per lei una scoperta inaspettata il cui motore principale é stato e rimane la necessitá di esternare le proprie emozioni, dalle quali ha attinto una consapevolezza e conoscenza profonda del proprio "Io" e della nuova persona che era riuscita ad emergere. Il genere piú amato é la poesia, sia in rima che non. Ama scrivere anche usando il dialetto romanesco rendendo omaggio alla sua cittá, spesso fonte di ispirazione. Altro genere nel quale si sta cimentando ultimamente sono i racconti, per lo piú di genere erotico ma anche riguardanti spezzoni di vita vissuti. Nella collana ha pubblicato Attimi Infiniti n.0 - "Il gioco di un sabato sera" con Valter Padovani.

Pubblicazioni:
L'arte che si scrive - Raccolta - 2013 - (Ed.Lulú)
L'arte che si scrive-Vol.2 - Raccolta - 2014 - (Ed.Lulú)
Attimi Infiniti n.0 - Il gioco di un sabato sera - 2014